Croazia Mare: Lo sapevate che..

  • Il termine “adriatico” deriva da una antica tribù il lirica, gli ardiei che migrarono nelle terre croate attorno al 1000 A.C
  • I cani dalmati non sono originari della Dalmazia ma portati in Croazia dai romani che utilizzavano i cani per la guardia dei confini
  • Il primo paracadute della storia fu costruito a Sibenik da Faust Vrancic.
  • Anche la cravatta fu inventata in Croazia come elemento decorativo della divisa dell’ esercito e venne esportata dai francesi. Il termine cravatta deriva dal francese cravate da Hrvat ossia croato.
  • La penna a sfera e anche quella stilografica sono state inventate in Croazia nel 1906.
  • La scienza della identificazione delle impronte digitali furono inventate da un croato nato sull’isola di Hvar.
  • Ancora oggi sono migliaia i Croati che visitano la homepage dedicata al maresciallo Tito. www.titoville.com
  • Oltre 30 film sono stati prodotti nelle varie repubbliche Croate sulla guerra civile e lo smembramento della Iugoslavia.
  • In Croazia oltre il 32 % delle donne e il 34% degli uomini fumano.
  • La Croazia ha una popolazione di 4.500.000 abitanti e il 59% vive nelle città.
  • I croati hanno più telefoni cellulari che fissi e solo il 30% utilizza internet. Il tasso di alfabetismo è nel 98,5%
  • Lo sport più seguito è il calcio, seguito dal tennis e dallo sci. Il torneo di tennis più importante si svolge a Umag
  • Il settore turismo e viaggi contribuisce al PIL al 11% con una occupazione lavoro del 13%.
  • Il territorio della Croazia è poco più del doppio di quello del Piemonte.
  • Oltre 400 orsi popolano i parchi della Croazia.
  • Il nome della valuta Croata, la Kuna, vuol dire “faina” la cui pelle sotto il dominio veneziano veniva usata come moneta di scambio.
  • L’uva fu introdotta sulla costa Croata dai Greci nel V secolo A.C.
  • un pò di storia... della Croazia
    I Romani dominarono le terre croate per 5 secoli e l’imperatore Diocleziano dopo aver abdicato, si ritirò  a vivere a Spalato in un favoloso palazzo che ancora oggi si possono vedere le sue rovine
  • Carlo Magno conquistò la Dalmazia nell’ 800 e nell’ XI secolo la città di Venezia invase la Dalmazia per assicurarsi il completo controllo sulla costa adriatica.
  • Zara fu venduta dal re Ladislao a Venezia del 1409 per la modica cifra di 100.000 ducati. Venezia  Rafforzò il proprio dominio sulla costa dalmata da Zara a Ragusa (Dubrovnik) che controllo fino alla invasione napoleonica del 1797.
  • Anche gli Asburgo e gli Ottomani  invasero l’attuale Croazia e numerose furono le battaglie fra i Turchi e gli Austriaci che riuscirono a fermali nel 1683 solo alle porte di Vienna.
  • L’ Impero veneziano sulla Dalmazia e sull’ Istria, fu un periodo di interrotto sfruttamento economico alle spese dei residenti. Olio, fichi, seta, vino, pesce furono di monopolio dei Veneziani cosi come la costruzioni delle navi fu vietata alla popolazione Croata.
  • Nel 1941 fu proclamato lo Stato indipendente di Croazia, sotto l’egidia dei nazisti. Nel 1945 il genrale Tito da vita alla Iugoslavia.
  • Ancora oggi sono migliaia i Croati che visitano la homepage
    dedicata al maresciallo Tito. www.titoville.com morto nel 1980.
  • Sono oltre 300.000 gli italiani che furono costretti dal regime di Tito a lasciare le proprie terre in Croazia.
  • Nel 1990 il crollo dei regimi comunisti nell’ est Europa. Un anno dopo scoppia la guerra civile. Nel 1995 con l’accordo di Dayton vengono stabiliti i nuovi confini della Croazia. Ulteriori accordo con l’unione Europea vengono sottofirmati negli anni successivi.
  • Al sito della BBC si può leggere la storia della Iugoslavia dal 1918 al 2003  www.bbc.co
     

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere offerte e last minute.

Social

.Pixelia Web solutions and Web marketing.