Notizie utili sulla Croazia Mare


Documenti

Per entrare in Croazia basta la carta d’identità valida per l’espatrio o il passaporto.
Per i bambini con età inferiore ai 14  anni, devono essere iscritti nel passaporto dei genitori oppure il certificato di identità da richiedere ne comune di residenza e vidimato dalla Questura. (richiederlo almeo 15 giorni prima).
Per andare a Dubrovnik in macchina a Sud  della Croazia, si deve attraversare la Bosnia e basta la carta di identità (sempre valida per l’espatrio).

Documenti auto:

libretto di circolazione o foglio di via provvisorio. Non serve la carta verde. .

Autoveicoli

Velocità consentita:
• nei centri urbani 40-50 km/h;
• strade extraurbane 80 km/h;
• superstrade 100 km/h;
• autostrade 120 km/h.

Le cinture di sicurezze sono obbligatorie per le persone che siedono sui sedili anteriori. I bambini inferiori ai 12 anni devono viaggiare sui sedili posteriori
Il casco obbligatorio per motociclisti, sia conducente che passeggero.

L'autostrada fino a Zara, di nuova costruzione, è larga e scorrevole.

Se avete bevuto un bicchiere di vino a pasto non mettevi subito in viaggio. In Croazia il limite di tasso alcolico è uguale a 0,0
Passando attraverso la Slovenia è obbligatorio tenere gli anabbaglianti accesi anche di giorno.
Soccorso stradale: tel.987 - orario 00.00-24.00. Le strade in Croazia esigono massima prudenza e velocità moderate. La maggior parte dei benzinai è aperta dalle 6 alle 22.

Il pericolo che la propria auto venga rubata è molto più basso dell’ Italia. Potete quindi viaggiare con tranquillità.

Attenzione al fondo stradale bagnato lungo la costa. E’ molto scivoloso

Animali

La normativa dell'Unione Europea è valida anche per la Croazia. L'ingresso è consentito agli animali domestici in possesso di microchip, passaporto rilasciato dalla ASL e con vaccinazione antirabbica. Non scordate il libretto di vaccinazione del cane

Assistenza sanitaria

I cittadini italiani possono usufruire dell'assistenza sanitaria primaria durante il soggiorno in Croazia, purché in possesso del libretto sanitario e dell'apposito modulo (mod.111), rilasciato dalle ASL del paese di residenza. In caso di bisogno bisogna andare all'ufficio sanitario in Croazia (nella località di vacanza). Sarà il medico turistico a indirizzarvi all’ ufficio di competenza dove potrete effettuare la procedura burocratica prevista. 

Lingua

Oltre al croato, che è la lingua ufficiale, si parla anche  l'inglese. L'italiano è parlato nella zona dell'Istria e della Dalmazia. Abbastanza conosciuto anche il tedesco. 

Prese elettriche

Caricate in valigia un adattatore per le prese italiane con le prese tedesche anche se a volte la presa italiana stretta e senza spinotto centrale è compatibile con le prese in Croazia. 

Valuta, carte di credito, bancomat

La valuta croata è la kuna. I bancomat sono abbastanza diffusi. Si possono prelevare solo Kune (Cirrus, Maestro ...) Per il  "Pagobancomat" è meglio utilizzare la carta di credito. Sono accettate le maggiori carte di credito. Gli uffici cambio valute sono molto diffusi ed è facile cambiare contanti in valuta locale. Non vengono accettati pagamenti in €uro. Un consiglio: prelevate le Kune al Bancomat. Vi costerà meno che all’ufficio cambio o in hotel della Croazia

Telefoni

il prefisso telefonico dall'Italia per chiamare la Croazia 00385; dalla Croazia per l'Italia 0039. Esistono due reti mobili (operatori CRONET e VIP) e coprono quasi tutto il territorio

Numeri telefonici utili:

  • Polizia: 92;
  • Vigili del fuoco: 93;
  • Pronto soccorso: 94;
  • Soccorso su strada: 987;
  • Informazioni per turisti ( Automobil Club Croato - HAK): 0800 200 200

Orari

I negozi sono aperti tutti i giorni dalle 8.00 di mattina fino alle 20; il sabato dalle 8.00 alle 14 o 15. Alcuni negozi hanno orario spezzato (8/12 - 16/20); molti negozi, soprattutto in estate, sono aperti fino alle 22 anche la domenica e, nelle grandi città, hanno orario 0/24.
I servizi pubblici lavorano dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.30.

Poste

Le poste sono aperte dalle 7.00 di mattina fino alle 19 - il sabato fino alle 13. In stagione estiva le poste sono aperte fino alle 22. I francobolli si possono acquistare nelle poste, ai chioschi, negli hotel  e nei villaggi turistici della Croazia

Rimborso IVA

E' possibile ottenere il rimborso IVA (del 22%) su tutti gli acquisti oltre 500 kune. Nel momento dell'acquisto bisogna chiedere al negoziante di compilare un apposito modulo che viene vidimato dalla dogana croata all'uscita dal paese. Il rimborso si ottiene restituendo il modulo al negozio per posta indicando il proprio conto corrente. Se il negozio è "TAX FREE" abilitato (c'è l'adesivo bianco-blu sulla porta o alla cassa) la procedura di rimborso è ancora più facile in quanto viene rilasciato un assegno da vidimare all'uscita dalla Croazia che può essere riscosso ai diversi punti nel paese di origine in questo caso l'IVA non viene riscossa per intero in quanto la compagnia TAX FREE prende qualche punto percentuale per effettuare l'operazione. 

Turismo nautico

La navigazione da diporto è possibile se le barche sono registrate nel paese d'origine. All'arrivo, sia da mare che da terra, è necessario presentarsi alla più vicina Capitaneria di porto richiedendo il permesso di navigazione (non necessario per barche inferiori a tre metri con motori di potenza inferiore ai 4kW). La tassa di circolazione marittima varia in base alla lunghezza del soggiorno, alla lunghezza della barca e alla potenza del motore.

Distanze obbligatorie:

  • surfing, navigazione a motore e a vela: 50m dalla costa; 50m dalle recinzioni delle zone di mare; 150m dalle spiagge naturali della costa croata;
  • natanti sportivi e da diporto: 200m dalla costa;
  • fuoribordo, barche con motori a getto e natanti con cuscino pneumatico: 250m dalla costa.
  • Non è permesso: 
    balneazione e nuoto nei porti, nei passaggi stretti e nei canali dove si svolge la navigazione; 
    prendere il sole sulle rive e sui moli d'attracco; 
    il surfing nei tratti di mare all'ingresso dei porti e nei passaggi stretti dove si svolge la navigazione di navi e natanti, ad una distanza inferiore ai 50m dalle spiagge;

Attività subacquea.

L’attività subacquea necessit della tessera dell'Associazione croata dei subacquei (validità 1 anno - costo 100 kune circa ) che fornirà anche un elenco dei luoghi dove è vietato immergersi. Negli hotel esistono, centri sub specializzati che organizzano tutta una serie di interessanti gite subacquee su relitti sommersi di antiche navi, grotte subacquee e zone spettacolari della costa. Profondità massima permessa:40m.

Pesca sportiva.

La pesca sportiva da natante necessità di  una licenza temporanea rilasciata dal Ministero dell'agricoltura e delle foreste, ottenibile presso gli enti autorizzati (società sportive locali o Agenzie turistiche). Le licenze possono essere giornaliere (60 kune), per tre giorni (150 kune), settimanali (250 kune), mensili (500 kune). La pesca con apparecchi a ossigeno o ad aria compressa e le riprese fotografiche sono consentite solo con permesso speciale della Capitaneria di porto.

  • E' proibito:
    pescare nei delta dei fiumi e nei torrenti; 
    pescare a una distanza inferiore ai 100m dagli stabilimenti balneari; 
    pescare servendosi di attrezzature che permettano di muoversi e respirare sott'acqua senza l'ausilio delle proprie forze; 
    usare ami inferiori ai 7mm e superiori ai 21mm; 
    pescare esemplari di taglia minima; 
    estrarre i datteri di mare; 
    prendere più di 5kg di pesce.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere offerte e last minute.

Social

.Pixelia Web solutions and Web marketing.